Evolution: The Origin of Species

– Grafica: 5/10
– Componentistica: 6/10
– Regole: 8/10
– Rigiocabilità: 8/10
– VOTO TOTALE: 7/10

 

L’erbivoro mangia l’erba, il carnivoro mangia l’erbivoro, l’uomo mangia entrambi e di solito prende anche in giro i vegetariani…
In Evolution fortunatamente ci fermiamo solo ad erbivori e carnivori, e cercheremo di fare evolvere (per l’appunto) la nostra specie per garantirci la sopravvivenza ad ogni costo.
Il gioco è interamente regolato dalle carte, che hanno due usi distinti: possono essere giocate come “carta animale” generico oppure essere utilizzate assegnandole a una carta animale già presente sul tavolo. In questo ultimo caso l’animale svilupperò l’abilità descritta dalla carta assegnata, che può essere aggressiva o difensiva, può trasformarlo in carnivoro o semplicemente farlo diventare obeso (aiuta anche questo, credetemi!).
Una volta finita la fase di “evoluzione” in cui si giocano le carte, un tiro di due dadi decide la quantità di segnalini-cibo disponibili nel mondo per quel turno, che andrnno suddivisi in ordine tra tutti gli animali presenti sul tavolo. Come in natura, se un animale è sazio sopravviverà, ma se non riusciamo a soddisfare la sua fame si estinguerà senza farci fare punti.
I punti si contano ogni turno fino alla fine della partita (ovvero la fine del mazzo di carte), e il numero di carte che vanno a rimpinguare la mano del giocatore è pari al numero di animali che ha salvato più uno.
Il gioco è scorrevole e lineare, il testo delle abilità è riportato interamente sulle carte e dopo già una partita si comincia a giocare senza aver bisogno di leggere troppo. Il fattore fortuna è molto arginabile grazie al “doppio uso” delle carte in mano (animale o abilità). Purtroppo il feeling per adesso è da gioco “home-made“, questa edizione della RightGames LLC non ha ancora i materiali e la cura grafica per poter essere competitivo sul mercato. In futuro, con un artwork più definito e un sistema di simboli a sostituire il testo sulle carte potrebbe veramente diventare un “must buy“. Sicuramente il motore di gioco è solido ed è adatto sia per principianti sia per giocatori più esperti (magari come riempitivo tra un gioco e l’altro).
Tocco di classe, è già stata annunciata la prima espansione che aggiungerà al gioco base gli animali volanti: Evolution: Time to Fly!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *