Drako

Drako– Grafica: 8/10
– Componentistica
: 8/10
– Regole
: 7/10
– Rigiocabilità
: 7/10
– VOTO TOTALE
: 8/10
Scheda completa su BoardGameGeek.

L’epica lotta tra il bene il male si ripropone. Tre nani cercano di vendicare il loro villaggio selvaggiamente distrutto da Drako, il drago che regna nella vallata in cui una tempo i tre vivevano in armonia con le loro famiglie.
La visione del villaggio in fiamme fa scattare nei tre nani la sete di vendetta. Piazzata la trappola in una radura e nascostisi ai bordi del bosco che la circonda, aspettano, aspettano e aspettano, finchè un grido agghiacciante non squarcia il cielo e la sagoma inconfodibile di Drako si staglia all’orrizzonte.
Drako è sicuro di se, forse fin troppo, per non capire che quella capra morta in mezzo alla vallata “puzza” troppo di preda facile…  la fame lo spinge però ad avventarsi sul cibo a tutta furia. Ma ecco che, proprio nel momento in cui gli artigli penetrano nella preda, la trappola abilmente progettata dai tre nani scatta ed intrappola Drako! Pochi istanti, e i nani gli sono addosso ed ecco che inizia il combattimento: riuscirà Drako a sopravvivere e liberarsi dalla trappola mortale o i tre nani trovaranno la vendetta tanto cercata?

DRAKO, un bellissimo gioco fantasy, si basa su un 1 vs 1 in cui un giocatore interpreta Drako, il drago rosso, e l’altro i tre nani combattenti.
Lo sviluppo del gioco è facile e veloce, le azioni dei nani e del drago sono comandate da un mazzo di carte in cui sono previste poce ma decisive mosse: i nani possono muoversi e sferrare degli attacchi speciali, come imprigionare Drako con una rete o sferrare un attacco con la balestra da grande distanza, mentre Drako può volare e sferrae attacchi sia in corpo a corpo che con una fiammata infuocata.
Lo scopo dei nani è quello di uccidere Drako, mentre la salvezza per il drago rosso arriva in caso in cui riesca ad uccidere tutti e tre i nani (cosa molto difficile!) o in cui il giocatore avversario abbia giocato tutte le carte a disposizione del suo mazzo e non sia riuscito ad ucciderlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *